Articoli

libriamoci

Libriamoci 2017 con i Piccoli Maestri

È iniziata, lunedì 23 ottobre, la quarta edizione di Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo attraverso il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attraverso la Direzione Generale per lo Studente, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e con il Ministero degli Affari Esteri.
libriamoci
Da lunedì 23 a sabato 28 ottobre, sei giornate di letture a voce alta, nelle scuole di tutta Italia, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado. Un programma ricco di iniziative che dà spazio alla creatività di insegnanti, studenti e volontari e coinvolge numerosi partner tra case editrici, quotidiani, compagnie teatrali, fondazioni e associazioni culturali, non ultima Piccoli Maestri che quest’anno ha accolto con piacere l’invito a prendere parte alla manifestazione.

Tutte le informazioni e i dettagli sulle scuole e i partner che hanno aderito, sugli eventi in calendario, sulle realtà istituzionali che si sono spese per dare vita a questa rassegna sono disponibili sul sito http://www.libriamociascuola.it/. È inoltre possibile seguire la manifestazione giorno per giorno attraverso la pagina Facebook @libriamociascuola e il profilo Twitter @LibriamociAS, dedicati alla condivisione di foto, video e resoconti di partecipanti e organizzatori. Il tag suggerito per offrire un contributo o uno spunto di riflessione, anche a distanza, è #Libriamoci.

A seguire il programma delle iniziative di lettura promosse dai Piccoli Maestri: un incontro al giorno tra scuole primarie e scuole secondarie, di primo e secondo grado. Un ringraziamento caloroso va a tutto lo staff di Libriamoci, per la fiducia e l’attenzione nei confronti del lavoro dei Piccoli Maestri, e ai professori e alle professoresse che continuano ad accogliere con entusiasmo e interesse le proposte di lettura a cura dell’associazione.

Lunedì 23 ottobre Biblioteca scolastica IC Padre Semeria
Graziano Graziani dialoga con i ragazzi a partire dalla lettura della costituzione

Lunedì 23 ottobre Liceo Nomentano
Emiliano Sbaraglia legge e racconta Se una notte d’inverno un viaggiatore di Italo Calvino

Lunedì 23 ottobre IC Aretusa La Rustica
Carola Susani legge e racconta l’Odissea di Omero

Martedì 24 ottobre Scuola media Eugenio Montale a Settecamini
Susanna Mattiangeli legge e racconta Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes

Mercoledì 25 ottobre Liceo Nomentano
Fabrizio Casa legge e racconta Il buio oltre la siepe di Harper Lee
(doppio appuntamento con due gruppi di ragazzi; ore 9 e ore 11)

Giovedì 26 ottobre IC Aretusa La Rustica
Vins Gallico legge e racconta Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia

Venerdì 27 ottobre IC Renato Fucini
Francesca Ceci legge e racconta Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano di E. E. Schmitt

Sabato 28 ottobre Liceo Cavour
Vanessa Roghi legge e racconta Lezioni americane di Italo Calvino

leggoperlegitt

Piccoli Maestri ospiti di Leggo per legittima difesa

Da giovedì 12 a domenica 22 ottobre, avrà luogo a Roma (presso la Libreria Giufà, il Teatro Quarticciolo e l’Accademia Popolare dell’Antimafia e dei Diritti), la VI edizione della rassegna LEGGO PER LEGITTIMA DIFESA. La manifestazione, nata al Quadraro, si sposta quest’anno a San Lorenzo, Quarticciolo e Lamaro, incontrando un nuovo pubblico e nuovi lettori. Le attività sono libere e gratuite. Per prendere visione del programma completo o per informazioni di qualsiasi genere è possibile consultare il sito www.officinavialibera.it

Dal comunicato stampa della rassegna: Parlare di libri come se non fosse un fatto eccezionale, ma un discorso quotidiano, trasmettere alle persone che si muovono tra le presentazioni la sensazione di essere a casa, creare un rapporto di continuità con il quartiere e con il pubblico attraverso incontri e laboratori che continuano lungo il corso dell’anno, questi sono gli obiettivi che Leggo per legittima difesa persegue fin dalla prima edizione.

leggoperlegitt

L’associazione culturale Piccoli Maestri, che condivide intenti e motivazioni alla base del festival, ringrazia Via Libera, associazione di promozione sociale, e Libreria Giufà, per l’invito a prendere parte attivamente alla manifestazione. Di seguito i riferimenti degli incontri a cura di Piccoli Maestri.
Per maggiori informazioni si rimanda al sito: www.officinavialibera.it
Accademia Popolare dell’Antimafia e dei Diritti

Mercoledì 18 ottobre Ore 10:00
Vins Gallico legge Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia

Giovedì 19 ottobre Ore 10:00
Carola Susani legge Frankenstein di Mary Shelley

Venerdì 20 ottobre Ore 10:00
Maria Grazia Calandrone legge Notturno di Alcmane,
L’uscita mattutina di Giorgio Caproni e Il calamaio di Gianni Rodari

appia_reg_3

Appia Regina Librarum, percorsi di lettura

Appia Regina Librarum, un ponte di libri e di bytes è un progetto promosso dalla Provincia di Latina, grazie a un contributo della Regione Lazio, ai sensi della L.R. 24 Novembre 1997, n. 42 Norme in materia di beni e servizi culturali del Lazio. Il programma della manifestazione prevede un articolato percorso di lettura per l’infanzia e ha come obiettivo la creazione di una rete tra le Biblioteche Comunali di Sezze Scalo (capofila), Cisterna di Latina e La casa dei Libri di Formia.

appia_reg_3

La fitta rete collaborativa tra le biblioteche della provincia di Latina abbraccia inoltre diverse associazioni che stanno dando vita e forma agli eventi della manifestazione: l’Associazione Italiana Biblioteche Sezione Lazio cura un ciclo di laboratori e seminari per bambini e adulti nell’ambito del programma nazionale Nati per Leggere; l’Associazione Culturale Lestrigonia ha preso in gestione laboratori di archeologia, attività in streaming e visite del sito di Minturnae; non ultima, l’Associazione Culturale Piccoli Maestri, che ha allestito un ciclo di sei incontri con classi di scuole medie ed elementari.

Il primo degli appuntamenti ha avuto luogo ad aprile presso la Biblioteca Comunale di Cisterna di Latina. Si riparte nel mese di maggio con i cinque incontri successivi. Di seguito orari e riferimenti precisi; per maggiori informazioni e per il programma dettagliato del progetto è possibile consultare il sito dedicato www.reginalibrarum.it.

Biblioteca Comunale di Cisterna di Latina
Martedì 9 maggio ore 10
Incontro con Susanna Mattiangeli

Biblioteca Comunale di Sezze Scalo
Venerdì 12 maggio ore 10
Incontro con Nadia Terranova
Giovedì 18 maggio ore 10
Incontro con Carola Susani

Biblioteca La casa dei Libri di Formia
Venerdì 19 maggio ore 16
Incontro con Carola Susani
Giovedì 25 maggio ore 16
Incontro con Nadia Terranova

regina_prog_2

Appia Regina Librarum, i primi incontri ad aprile

Archiviata con successo la conferenza stampa di presentazione del 4 aprile presso la Biblioteca Comunale di Sezze Scalo, parte ufficialmente il progetto Appia Regina Librarum, un ponte di libri e di bytes, promosso dalla Provincia di Latina, grazie a un contributo della Regione Lazio, ai sensi della L.R. 24 Novembre 1997, n. 42 Norme in materia di beni e servizi culturali del Lazio. E con il progetto parte anche il mini ciclo di incontri a cura dell’associazione culturale Piccoli Maestri previsto all’interno della manifestazione.

Il primo appuntamento è a cura della scrittrice Carola Susani che incontrerà, venerdì 7 aprile presso la Biblioteca Comunale di Cisterna di Latina, un pubblico di ragazze e ragazze di età media compresa tra gli 11 e i 13 anni. Di seguito dettagli e riferimenti relativi agli incontri successivi. La manifestazione prevede, tra aprile e maggio, un articolato percorso di lettura per l’infanzia e si pone come obiettivo la creazione di una rete tra le Biblioteche Comunali di Sezze Scalo (capofila), Cisterna di Latina e La casa dei Libri di Formia. Per maggiori informazioni, e per visualizzare il programma completo della rassegna, è possibile visitare il sito www.reginalibrarum.it

Biblioteca Comunale di Cisterna di Latina
Venerdì 7 aprile ore 10
Incontro con Carola Susani

A seguire, nel mese di maggio:

Biblioteca Comunale di Cisterna di Latina
Martedì 9 maggio ore 10
Incontro con Susanna Mattiangeli

Biblioteca Comunale di Sezze Scalo
Venerdì 12 maggio ore 10
Incontro con Nadia Terranova
Giovedì 18 maggio ore 10
Incontro con Carola Susani

Biblioteca La casa dei Libri di Formia
Venerdì 19 maggio ore 16
Incontro con Carola Susani
Giovedì 25 maggio ore 16
Incontro con Nadia Terranova

regina_prog

loc_sezze_loghi

Appia Regina Librarum, itinerari di lettura

Martedì 4 aprile alle ore 12, presso la Biblioteca Comunale di Sezze Scalo, sarà presentato il Progetto Appia Regina Librarum, un ponte di libri e di bytes, promosso dalla Provincia di Latina, grazie a un contributo della Regione Lazio, ai sensi della L.R. 24 Novembre 1997, n. 42 Norme in materia di beni e servizi culturali del Lazio. La manifestazione prevede, tra aprile e maggio, un articolato percorso di lettura per l’infanzia e si pone come obiettivo la creazione di una rete tra le Biblioteche Comunali di Sezze Scalo (capofila), Cisterna di Latina e La casa dei Libri di Formia. A unire le tre biblioteche la comune appartenenza alla via Appia, direttrice spaziale e culturale che da millenni svolge il suo compito di cerniera tra i popoli, favorendo la circolazione di esperienze e conoscenza.

La rete collaborativa tra le biblioteche della provincia di Latina abbraccia inoltre varie associazioni che hanno lavorato all’organizzazione degli eventi inseriti nel programma della manifestazione: l’Associazione Italiana Biblioteche Sezione Lazio che si è occupata di un ciclo di laboratori e seminari per bambini e adulti nell’ambito del programma nazionale Nati per Leggere; l’Associazione Culturale Lestrigonia che ha curato laboratori di archeologia, attività in streaming e visite del sito di Minturnae; non ultima, l’Associazione Culturale Piccoli Maestri, che ha allestito un ciclo di sei incontri con classi di scuole medie ed elementari.  Per maggiori informazioni e per il programma dettagliato del progetto è possibile consultare il sito dedicato www.reginalibrarum.it, online a partire dal 3 aprile. Di seguito orari e riferimenti relativi agli incontri a cura di Piccoli Maestri.

Biblioteca Comunale di Sezze Scalo
Venerdì 12 maggio ore 12
Incontro con Nadia Terranova
Giovedì 18 maggio ore 12
Incontro con Carola Susani

Biblioteca Comunale di Cisterna di Latina
Venerdì 7 aprile ore 10
Incontro con Carola Susani
Martedì 9 maggio ore 10
Incontro con Susanna Mattiangeli

Biblioteca La casa dei Libri di Formia
Venerdì 19 maggio ore 16
Incontro con Carola Susani
Giovedì 25 maggio ore 16
Incontro con Nadia Terranova

invito_little_2

 

xeneide_labirinth

Xeneide, Book Pride, Libri Come. Parlando di accoglienza e ospitalità.

C’è un interessante fil rouge che lega le attività a cui l’associazione culturale Piccoli Maestri è stata invitata a partecipare durante questa settimana. La prima domenica 19 marzo, presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma; in chiusura della manifestazione Libri Come, Maria Grazia Calandrone ha partecipato a una maratona dal tema Senza Confini – Da Lampedusa a Roma. Al centro della riflessione la questione dell’accoglienza ai migranti in transito nella Capitale, come anche l’impegno dei volontari del Baobab Experience di fronte a una mancanza continua di risposte da parte delle istituzioni.

xeneide_labirinth
Alla maratona della scorsa domenica, ha preso parte anche Lorenzo Romito in rappresentanza del gruppo Stalker, che proprio in questi giorni e fino a metà aprile ha in gestione, sempre all’Auditorium, un ampio spazio nei pressi della libreria. Danzare, leggere, ascoltare miti e pratiche legate all’Ospitalità ripercorrendo il viaggio di Enea, questa l’idea, preziosa nella sua semplicità, alla base dell’esperienza Xeneide, di cui vi suggeriamo di visitare e condividere la pagina facebook: il mito fondativo di Roma è legato all’ospitalità, a partire dall’accoglienza che il re Latino riserva ai profughi troiani nel racconto di Virgilio.

Il calendario delle attività legate a Xeneide, in continuo aggiornamento, è disponibile cliccando su questo link e prevede percorsi di danza, laboratori di chitarra e percussioni. In particolare come Piccoli Maestri, ci fa piacere invitarvi domenica 26 marzo, dalle 11 alle 12, a una lettura dell’Eneide a cura della scrittrice Carola Susani, secondo la formula consueta che operiamo anche nelle scuole (ecco un’altra coincidenza, che poi forse non lo è: era stata proprio Carola Susani, nel luglio dello scorso anno, ad avvicinare Piccoli Maestri alla causa del Baobab organizzando un reading in via Cupa per richiamare l’attenzione sulla situazione del centro di accoglienza).

Rimane una segnalazione da fare, non meno importante. Sempre domenica 26 marzo, ma questa volta non a Roma, bensì a Milano. L’associazione Piccoli Maestri è lieta di partecipare al Book Pride, fiera nazionale dell’editoria indipendente, dal 24 al 26 marzo presso il Museo delle Culture. Anche qui a parlare di accoglienza, ospitalità, integrazione (appuntamento domenica, alle 0re 19) in compagnia degli scrittori Emiliano Sbaraglia e Giorgio Fontana. Magari partendo dalle testimonianze di Ecchime, il blog curato dalle ragazze e dai ragazzi della scuola media romana ex Ilaria Alpi di Tor Bella Monaca, una zona difficile che a maggior ragione richiede cure e attenzioni. Per chi non lo avesse ancora letto, è una buona occasione per cominciare.

confini_lc_little

Confini e migranti a Libri Come 2017

Confini è il tema scelto per questa ottava edizione di Libri Come, dal 16 al 19 marzo all’Auditorium Parco della Musica. Domenica 19 marzo, alle 18 presso lo spazio Risonanze, declineremo il tema della manifestazione parlando di accoglienza ai migranti in transito per la Capitale e raccontando il percorso di Baobab Experience e la partecipazione dei volontari coinvolti. L’incontro, dal nome Senza Confini – Maratona – Da Lampedusa a Roma, sarà coordinato da Pietrò Del Soldà con gli interventi di Maria Grazia Calandrone e Andrea Costa, in rappresentanza di Piccoli Maestri e di Baobab Experience.

confini_lc
L’associazione culturale Piccoli Maestri si è avvicinata al mondo di Baobab grazie all’impegno di Carola Susani. Lo scorso luglio siamo stati invitati da Andrea Costa a organizzare un reading, allo scopo di attirare l’attenzione sul “problema” dei migranti, privi di un luogo istituzionale dove trovare ristoro, nel loro lungo e dolorosissimo viaggio verso un futuro che immaginavano certamente difficile, ma dignitoso. E così abbiamo letto, in prossimità di Via Cupa, dove da anni era installato un presidio volontario di prima accoglienza, oggi sgomberato. Abbiamo letto perché altri vedessero ma, mentre leggevamo, noi stessi abbiamo visto. E, cercando di comprendere quel che vedevamo, abbiamo preso coscienza e una posizione non più solo intuitivamente solidale, abbiamo scoperto la parte di umanità sospettosa o indifferente nei confronti di un’altra parte di umanità inoffensiva e sofferente. Abbiamo scritto una lettera alla sindaca Raggi e all’assessora Baldassarre, raccogliendo oltre 1.100 adesioni, ma senza ottenere, a oggi, alcuna risposta concreta.

Domenica 19 marzo, insieme ad Andrea Costa e ai volontari del Baobab, riporteremo ancora una volta l’attenzione sull’emergenza mai rientrata dei migranti in transito a Roma e sulla necessità da parte delle istituzioni di trovare una soluzione, che non sia provvisoria.

Libri Come 2017, Auditorium Parco della Musica
Domenica 19 marzo, Spazio Risonanze ore 18
Senza confini – Maratona – Da Lampedusa a Roma
Interverranno:
Maria Grazia Calandrone, Piccoli Maestri
Andrea Costa, Baobab Experience
Conduce l’incontro Pietro Del Soldà

amplif

25.7.2016, maratona lettura al Baobab

Lunedì 25 luglio, alle 19, c’è stata una maratona di lettura al Baobab Experience, in via Cupa. L’ha organizzata Carola Susani, con Piccoli Maestri, associazione di volontariato culturale composta da scrittori e scrittrici che si sono dati il compito di girare nelle scuole per raccontare e leggere i libri degli altri, i più belli, i più amati. (Elena Stancanelli,  23.7.2016 Repubblica Roma, qui nella sua versione integrale)

Perché al Baobab, perché una maratona di lettura, lo spiega la stessa Carola Susani in questo video.

Alla maratona hanno partecipato in tanti, scrittori e scrittrici: oltre a Carola Susani ed Elena Stancanelli, Edoardo Albinati, Nicola Lagioia, Filippo Tuena, Beppe Sebaste, Maria Grazia Calandrone, Gaja Cenciarelli. Francesco Pacifico, Francesco Trento, Valentina Carnelutti, Emiliano Sbaraglia, Lorenzo Pavolini, Nadia Terranova, Rino Bianchi, Daniela Matronola, Susanna Mattiangeli, Roberto Carvelli. E tanti altri amici che sono venuti ad assistere, ad ascoltare.

Abbiamo letto le cose più disparate. Alle spalle avevamo il muro del Verano. A un certo punto la luce era poca, per un momento abbiamo acceso i fari; l’effetto era scenografico, ma si leggeva male. Però Nicola Lagioia ha letto lo stesso, era Bolaño. Le cose che abbiamo letto non erano mai perfettamente in tema, eppure lo erano profondamente: questa, che è la forza della letteratura, ha reso l’incontro poco retorico (molto meno retorico di quanto non sia io adesso). Porteremo al Baobab i testi delle nostre letture in inglese così da metterle a disposizione anche dei molti che l’italiano lì non lo parlano. Chi ascoltava dava un senso di testimonianza al proprio essere lì, esattamente come noi che leggevamo (da un post di Carola Susani sulla pagina facebook dell’evento).

Arrivano dall’Eritrea, la Somalia, l’Etiopia, il Ghana, il Sudan… quasi tutti sono passati dalla Libia e la Libia è l’inferno. Sono stati picchiati, torturati, violentati. Gran parte delle donne sono incinte dei loro stupratori. Quando vedono una divisa militare si terrorizzano, mi racconta Rosaria, una delle volontarie. Ci raccontano storie di orrore. Un giorno sono arrivati in tre, sembravano tranquilli. Poi piano piano abbiamo scoperto che erano partiti in venti dal loro villaggio. I loro amici, che non riuscivano a rialzare la posta di denaro da pagare per essere finalmente imbarcati, erano stati uccisi uno a uno e abbandonati come spazzatura. Chiamavano i loro parenti al telefono perché li sentissero urlare per le sevizie e spedissero altro denaro. Arrivano qui con questo orrore alle spalle, nessuno di loro parla inglese, non sanno neanche dove sono. Conoscono il nome, Baobab, se lo passano fin dall’Africa, come una password. Ed è per questo che non è stato cambiato quando il Baobab originale ha chiuso. Era una cooperativa finanziata dal Comune, nell’orbita di Buzzi, in affitto nei locali di via Cupa. Adesso è diventata Baobab Experience, una piccola tendopoli con alcuni bagni chimici, una “reception” dove viene distribuita acqua, fazzoletti, crema da barba e rasoi. Un disastro, a vederla, coi materassi a terra, due armadi di plastica con le provviste stipate. Un miracolo, per questi ragazzi e ragazze. (Elena Stancanelli, su Repubblica Roma del 25.7.2019)

 

baobab_little©RinoBianchi

Ogni tanto li carichiamo in macchina e gli facciamo vedere la città, li portiamo in qualche centro sociale a bere una birra. Ma ci serve un posto, dice ancora Rosaria, e dopo aver parlato con Tronca, avevamo immaginato potesse essere l’ex centro itteogenico, vicino alla stazione Tiburtina. Ma poi l’iter dell’assegnazione si è fermato e allora siamo entrati, abbiamo iniziato a ripulire il giardino ma la polizia ci ha sgombrato subito. (Elena Stancanelli, su Repubblica Roma del 25.7.2019)

 

gaja_baobab

Ci sono pochi migranti ad ascoltare, i più stanno mangiando e poi non capiscono la lingua. A un certo punto, verso la fine della serata, Carola Susani mi chiede se sia possibile tradurre qualche testo. Sono stata sciocca a non pensarci prima: avrei potuto raccoglierne due o tre e tradurli in inglese. Questo è il posto in cui mancano le parole. Per stanchezza, o perché nominare l’orrore è complicato. Servono attenzione, cura, il rischio è sminuire. Mi chiedo se queste persone possano nutrirsi delle parole che gli stiamo portando invece che di quei piatti che tengono in mano. Mi rispondo di no e contraddico in un istante tutto quello in cui ho sempre creduto. (Gaja Cenciarelli, Il dubbio 27.7.2016, qui nella versione integrale).

Quando cercavo di raccontare a molti conoscenti cos’è il Baobab, non riuscivo a rendere l’idea finché non li ho portati in via Cupa. Cedendo alla più che umana tentazione di sottovalutarsi, si è portati a immaginare che un centro di primo soccorso per migranti sia qualcosa di molto complicato. Invece – con un semplicità disarmante che da una parte dimostra di cosa può essere capace una piccola comunità armata di coraggio e buona disposizione d’animo ma dall’altra reclama l’attenzione delle istituzioni – il Baobab è una strada. Proprio così. Una semplice viuzza seminascosta tra il Verano e piazzale delle Province, circondata da autofficine, rivenditori di auto usate, piccole botteghe e qualche abitazione. (Nicola Lagioia, Internazionale, 27.7.2016, qui nella versione integrale)

albinati_baobab

Nella foto Edoardo Albinati, Premio Strega 2016. Ha partecipato alla maratona di lettura organizzata
da Carola Susani con Piccoli Maestri in sostegno del Centro Migranti Baobab.


È una piccola cosa questa maratona, simile all’iniziativa di “quelli del cinema”, che hanno proiettato qualche giorno fa
Lamerica di Gianni Amelio sulle mura del Verano. Ma ha l’obiettivo di attirare l’attenzione sul Baobab, un posto un po’ disperato un po’ miracoloso. Brutto, sgangherato, ma indispensabile. Tenuto insieme dalla pazienza e il coraggio di alcuni cittadini. Fino a trecento persone, che si sono alternate ad aiutare. (Elena Stancanelli, su Repubblica Roma del 25.7.201911)

Per entrare in contatto con i volontari del Baobab Experience, per sapere come aiutarli, di cosa hanno bisogno (attraverso i social i volontari segnalano di volta in volta quali sono le prime necessità: confezioni di tachipirina, infradito, bottiglie di olio, guanti monouso…) è possibile visitare la pagina facebook o il profilo twitter @BaobabExp.

In chiusura della maratona, un intervento di Andrea Costa in rappresentanza dei volontari del Baobab Experience.

logoplpl_red_2015

Piccoli Maestri a Più Libri Più Liberi 2015

Dal 4 all’8 dicembre 2015 torna Più Libri più Liberi, fiera della piccola e media editoria giunta alla sua 14° edizione. Anche quest’anno ci sarà modo e occasione per parlare di Piccoli Maestri e dei vari progetti che l’associazione ha in cantiere.

Cos’è un classico
Domenica 6 dicembre, ore 15. Sala Smeraldo.
Elena Stancanelli e Carola Susani con Lidia Ravera
Nei giorni precedenti alla fiera, in collaborazione con la Regione Lazio, scrittori e scrittrici dell’associazione Piccoli Maestri hanno raccontato, stanno raccontando, gli autori che più amano in giro per le biblioteche del Lazio (#piùlibripiùstorie: qui per maggiori dettagli). Insieme a Lidia Ravera, Assessora alla Cultura e alle Politiche Giovanili della Regione, tireranno le fila di questa preziosa esperienza, riflettendo sull’importanza che assume oggi la lettura dei classici.

Ecchime, la carica dei piccoli scrittori
Venerdì 4 dicembre, ore 12. Sala Diamante.
Emiliano Sbaraglia, Elena Stancanelli e la classe IB della scuola media Ilaria Alpi
Ecchime è una nuova avventura, un blog all’interno del sito Piccoli Maestri, a cura degli studenti della scuola secondaria di primo grado Via dell’Archeologia, Tor Bella Monaca. Il progetto mira a offrire agli studenti coinvolti uno spazio di libera espressione attraverso la scrittura. Qui per maggiori dettagli.

logoplpl_red_2015

Più Libri Più Storie 2015

Dal 4 all’8 dicembre 2015 torna Più Libri più Liberi, fiera della piccola e media editoria giunta alla sua 14° edizione. Anche quest’anno la Regione Lazio, Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili e Assessorato alla Sviluppo economico e Attività produttive, sostiene la Fiera e partecipa con un programma di iniziative ed eventi anche nei giorni che precedono la fiera.

Aspettando l’inizio della manifestazione, lunedì 16 novembre parte un ciclo di incontri a cura dell’associazione Piccoli Maestri, in giro per le biblioteche del Lazio. Nasce, con il patrocinio della Regione, Più libri più storie – Leggere é un grande classico: numerose biblioteche del Lazio accoglieranno i Piccoli Maestri che racconteranno grandi opere della letteratura mondiale a studenti delle scuole medie e superiori.

Segue il calendario degli incontri con i riferimenti delle biblioteche che ringraziamo nuovamente per l’ospitalità. Altri aggiornamenti in tempo reale seguendo il profilo twitter @piccolimaestri e gli hashtag #piùlibripiùstorie #peramoredeilibri.

Lunedì 16 novembre, ore 10.30
Monica Bartolini legge L’impronta della volpe di Moussa Konaté
Biblioteca di Cerveteri, via F. Rosati

Giovedì 19 novembre, ore 10.30
Carola Susani legge l’Eneide di Virgilio
Biblioteca di Leonessa, p.za VII Aprile 1944

Lunedì 23 novembre per leggere, ore 10.30
Roberto Carvelli legge Walden di Henry David Thoreau
Biblioteca di Sezze Scalo, via Bari

Martedì 24 novembre, ore 10.30
Rino Bianchi legge Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa
Biblioteca comunale Segni, via della Pretura, 1

Sabato 28 novembre, ore 11.00
Giorgio Specioso legge La ragazza dai capelli strani di David Foster Wallace
Biblioteca di Cisterna di Latina, via Zanella, 2

Sabato 28 novembre, ore 10.30
Emiliano Sbaraglia legge Se una notte d’inverno un viaggiatore di Italo Calvino
Biblioteca di Grottaferrata, via M. Moris, 7

Sabato 28 novembre, ore 10.00
Graziano Graziani legge Un certo Lucas e Storie di cronopios e di famas di Julio Cortázar
Biblioteca comunale di Capranica, p.za 7 Luglio

Martedì 1 dicembre, ore 10.30
Maura Gancitano legge Una comunità perduta di Doris Lessing
Biblioteca comunale di Frosinone, c.so della Repubblica, 62

Venerdì 18 dicembre, ore 11.00
Maria Grazia Calandrone legge Alcmane, Paul Celan, Giorgio Caproni
Biblioteca di Albano Laziale, v.le Risorgimento, 5