Sfangarla

Piccoli Maestri è un’associazione di scrittori e scrittrici, che esiste dal 2011
Abbiamo sempre fatto, gratuitamente, incontri nelle scuole, per leggere e raccontare libri. Cercando in questo modo di invogliare ragazzi e ragazze alla lettura. Dalle elementari ai licei. Abbiamo deciso, nell’emergenza, di allargarci un po’, di trovare altre strade, di fare qualcosa di più. Chiediamo per questo un po’ di tempo agli altri scrittori e scrittrici, anche quelli che finora non hanno partecipato al progetto. Tutti quelli che vorranno e potranno.

palazzoScuola2

 

 

Ci mettiamo a disposizione degli insegnanti, offriamo quello che facevamo prima –  raccontare i libri – ma in streaming, da tutta Italia e verso tutta Italia. In questo caso sarà meglio concentrarsi sui testi che servono al programma scolastico. Romanzi, poesia, saggi. La scuola è in affanno, gli insegnanti devono inventare un modo nuovo per insegnare, e forse per tenere attivi i ragazzi e le ragazze. Se avranno voglia e bisogno potremo immaginare con loro degli incontri virtuali, anche sul nostro lavoro e sui nostri libri. Qualunque cosa serva a traghettarci dall’altra parte di questo tempo infame. Offriamo dunque un po’ del nostro tempo e di quello che sappiamo, alla scuola, la nostra amatissima e affaticata scuola, di cui abbiamo sempre cercato di prenderci cura.

Cerchiamo di sfangarla insieme a voi
Aiutateci a diffondere
Potete trovarci qui
http://www.piccolimaestri.org
piccolimaestri.info@gmail.com

L’illustrazione in alto è un bellissimo regalo di Maria Giulia Colace a cui va tutta la nostra gratitudine.

In ordine di apparizione trovate:
Idra ed Ercole
Polifemo
Agilulfo e Angelica
Leopardi con la sua amata Luna
La Monaca di Monza
Dante
e quel vandalo di Newton

3 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] all over Italy to face the quarantine. And “undo it”. This is the challenge of “Little Masters“, the association of writers who since 2011 organizes meetings in schools across Italy to […]

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Rispondi a Lina Orlando Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *